Canon presenta la nuova 1D Mark IV

Canon ha presentato la nuova digitale 1D Mark IV. Sarà in vendita da dicembre 2009 e per ora si conosce solo il prezzo in dollari americani: 4.999 USD. Tra le caratteristiche della nuova digitale SLR vi è il sensore CMOS con una risoluzione da 16 milioni di pixels con un fattore di 1.3x; doppio processore DIGIC 4; conversione a 14 bit per canale; l’estensione della scala ISO fino a 102.400; video full HD a 1080p con presa per microfono stereo esterno; nuovo sistema autofocus a 45 punti; 10 fotogrammi al secondo con scatto continuo; schermo LCD da 3 pollici da 920.000 punti. L’ergonometria del corpo macchina è rimasta invariata rispetto alla 1D Mark III. Maggiorni informazioni presso il sito americano di Canon Digital Learning Center.

markIV

Nuovo firmware 1.0.9 per la Canon 7D

Canon ha rilasciato oggi una nuova versione del firmware per la EOS 7D. La versione è 1.0.9 ed è scaricabile dal sito Canon Giappone attraverso questa pagina in inglese, dove ci sono anche le nuove specifiche del firmware e le istruzioni per aggiornare la macchina. Questa nuova versione tra l’altro porta a miglioramenti nella gestione dell’autofocus in Live View e corregge un errore nella gestione del flash.

Presentata la Canon 7D

Come da tempo si sapeva, oggi Canon ha presentato ufficialmente un nuovo modello: la 7D. Dotata di un sensore da 22,3 mm x 14,9 mm per un totale di 17,92 milioni di pixel, ha un fattore di ingrandimento 1.6 (relativo ad un sensore di una camera full frame). Accetta sia ottiche EF che EF-S. Il corpo è molto simile a quello della 5D Mark II, pesa 820 grammi ed ha anche un piccolo flash. La velocità di scatto arriva fino a 8 fotogrammi al secondo con una sensibilità tra i 100 ed i 6400 ISO (più la funzione H che porta a 12.800 ISO); Doppio processore Digic 4 e nuovo sistema si autofocus a 19 punti. La 7D si colloca come alternativa “light” alla 1D Mark III.

Nuovo firmware 1.1.0 per la Canon 5D Mark II

Canon ieri ha rilasciato una nuova versione del firmware per il modello 5D Mark II. La versione è 1.1.0 ed è scaricabile dal sito Canon Giappone attraverso questa pagina in inglese, dove ci sono anche le nuove specifiche del firmware e le istruzioni per aggiornare la macchina. Sempre in inglese è disponibile un file in formato .pdf che spiega le nuove funzionalità legate ai video. Anche se sono state implementate sopratutto nuove funzionalità per la creazione di fimati video, l’aggiornamento è sempre consigliabile anche ai “puri” fotografi che non usano la 5D Mark II per creare video.

Da RAW a Jpeg – terza parte: usando Instant Jpeg From Raw

RawWorkflow.com, in collaborazione con Imagenomic LLC, già molto nota tra i fotografi professionisti per i suoi accessori fotografici, ha sviluppato un software gratuito per Mac (ed anche per Windows) chiamato Instant Jpeg From Raw.
Sfruttando la caratteristica dei file RAW che hanno incorporata una versione in Jpeg dell’immagine (anche se molte volte ad una risoluzione inferiore rispetto a quella della macchina fotografica e con i parametri di quest’ultima), questa utility è in grado di estrarre questi file Jpeg in brevissimo tempo e senza la necessità di far partire alcun programma in quanto si accede all’utility dal menù contestuale del mouse.

continua “Da RAW a Jpeg – terza parte: usando Instant Jpeg From Raw”

Da RAW a Jpeg – prima parte: usando Photoshop

Scattando esclusivamente in RAW alcune volte c’è la necessità di avere un file Jpeg in tempi molto rapidi, per esempio per inviarlo immediatamente via email. Ormai le macchine professionali Canon (sia la 1D MarkIII che la 1Ds MarkIII che la più recente 5D MarkII) hanno la possibilità di salvare il file RAW ed in contemporanea anche il file .jpg le cui caratteristiche di dimensione e compressione devono essere impostate direttamente attraverso le funzioni della macchina stessa.
Così facendo però l’autonomia di scatti delle singole memory cards viene a diminuire, in quanto per ogni scatto ci saranno due file: uno RAW ed uno Jpeg. D’altra parte è altrettanto vero che in caso di urgenza dove non si può perdere neanche un secondo si hanno a disposizione immediatamente e contemporaneamente due versioni della medesima immagine.
Ma se tra lo scatto e l’uso del file Jpeg si ha a disposizione qualche secondo in più, la generazione di questo file può avvenire tranquillamente via software nel Mac.
Tre sono le possibilità che suggerisco e spiego in tre differenti articoli: la prima possibilità usando Photoshop CS4, la seconda usando Lightroom 2.x e la terza possibilità usando un’utility gratuita chiamata “Instant JPEG from raw” prodotta da RawWorkflow.

continua “Da RAW a Jpeg – prima parte: usando Photoshop”